Il Guglielmo da Caregno

Da Inzino in Valle Trompia si sale in automobile sino a Magno di Inzino, e quindi a Caregno.
Un amplio parcheggio a circa 1000 m.s.l.m. ci permette di lasciare l’auto e,  subito dopo, alla nostra sinistra attraverso una piccola strada pianeggiante inizialmente cementata si imbocca la salita verso il Guglielmo (cartelli segnaletici con indicato il sentiero 318).

Il sentiero sulla nostra destra si inerpica subito lungo la dorsale della montagna zizzagando sino ad impegnare un single track lungo la cresta del monte Bifo sino al P.sso Sabbione.
La segnaletica, indicando la destra riporta 1h 45m ma solitamente ci si mette molto meno, si passano due appostamenti di caccia e si raggiunge la strada sterrata che da Cimmo porta agli Stalletti.
Una sbarra attraversa la strada, si arriva agli Stalletti bassi a quota 1542 e subito dopo gli Stalletti alti da qui un’altro “muro” ci attente per arrivare al Redentore.

Per il ritorno abbiamo effettuato lo stesso sentiero, anche se volendo si può circumnavigare il Monte Bifo allungando il sentiero di qualche Km.
Oggi non essendoci ancora neve abbiamo impiegato circa 1h 30 min per salire al Redentore, sosta di circa 20 min, ed 1h per rientrare all’auto.

Distanza totale: 15083 m
Altitudine massima: 1928 m
Altitudine minima: 917 m
Totale salita: 1660 m
Totale discesa: -1570 m
Total time: 03:00:04
Scarica

2 commenti su “Il Guglielmo da Caregno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.