Piani di Bobbio nelle Alpi Orobiche Lecchesi da Moggio

Piani di Bobbio sono una nota stazione sciistica della Valsassina, in provincia di Lecco. Situati nel territorio del comune di Barzio, si trovano al confine con la provincia di Bergamo.
Nell’Alto Medioevo erano di proprietà dell’Abbazia di S. Colombano di Bobbio, che l’utilizzava per l’alpeggio estivo del proprio bestiame, da cui il nome attuale.

È un itinerario di circa 3 ore con un dislivello di circa 900 metri, molto panoramico che tocca vari alpeggi e transita anche in bellissimi boschi di faggi.

Come potete notare dalle fotografie siamo partiti senza ciaspole vista l’altitudine irrisoria, nell’ultimo tratto la neve era battuta e quindi gli scarponcini da montagna son stati più che sufficienti.

Da Moggio in Piazza Cavour a 890 m s.l.m. si imbocca sulla destra via Don Mariani poi a sinistra via per Corniseglio proseguendo poi a sinistra nei pressi della teleferica che sale all’alpe Cornisei.
Inizia la salita imboccando la mulattiera sulla destra tra i cespugli e si prosegue lungo il fianco del boscoso vallone.
Con un traverso a destra si giunge a un avvallamento dove si lasciano le tracce che proseguono per piegare sulla mulattiera di sinistra che giunge a un casolare (1078 m) da cui si gode un bel panorama sulle Grigne.
La mulattiera si alza ora a destra e prosegue nel bosco sino a raggiungere una fonte; da qui una comoda scalinata conduce direttamente al primo casolare delle baite di Cornisei.
A monte della cascina ci si alza lungo il pendio erboso per giungere alla baita più alta (1151 m), posta sul crinale.
Il sentiero si abbassa poi al di là della cresta per entrare nell’impluvio della valle del Faggio, dominata dalle torri calcaree dello Zuccone Campelli, e giungere al casolare più a monte dei pascoli delle baite del Faggio.
Si prosegue sul sentiero più alto nella boscosa valle del Faggio, di cui si segue il fondo, per arrivare alle baite di Pesciola bassa ; si continua toccando le baite di Pesciola alta e con un ultimo tratto in forte pendenza, nella conca pascoliva, si giunge alla bocchetta di Pesciola.
Qui si incontra l’itinerario Piani di Bobbio – Bocchetta di Pesciola – Piani di Artavaggio di cui si percorre in senso inverso il primo tratto, seguendo la pista di sci dell’Ongania, per raggiungere i rifugi e la stazione della funivia dei Piani di Bobbio a 1640 m s.l.m.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.