Nella Val Paghera sino al bivacco Valerio Festa

La Val Paghera è una valle alpina del parco dell’Adamello, tributaria laterale meridionale della Valle Camonica.
Si trova tra i comuni di Vezza d’Oglio ed Edolo, è percorsa dal torrente Paghera che sfocia nell’Oglio all’altezza di Vezza d’Oglio.
Il suo imbocco si trova a 1100 m.s.l.m. nel paese di Vezza d’Oglio, la testata è data dal Corno Baitone a 3330 m.s.l.m. nel comune di Edolo.
È una valle molto estesa percorsa integramente dal torrente Aviolo che da nome al suo Lago ed alla Valle tra il lago stesso ed il Corno Baitone.

La nostra escursione parte da Vezza d’Oglio dove poco prima del paese (ancora in auto) si seguendo sulla destra le indicazioni  per la Val Paghera / Rifigio Aviolo oppure arrivando in paese si può imboccare Via Stella che scende a destra fino al fiume Oglio.
Circa 6 km su una stretta strada di montagna ci portano al Rifugio alla Cascata, dope poco dopo la carrozzabile termina con un parcheggio nei pressi della teleferica a 1495m.s.l.m.
Imbocchiamo il sentiero con segnavia n.21 che da subito si inerpica nel bosco di abeti, molti gradoni su un sentiero ben tenuto spesso anche con tronchi ben posizionati ci permette di salire in un fitto cespuglieto per poi sbucare in un ripido canale sassoso percorso da un torrente.
Poco dopo si arriva attraverso un pianoro alla galleria dell’Enel dove prendiamo a sinistra per arrivare così poco dopo al Rifugio Aviolo e quindi all’omonimo Lago a circa 1930 m.s.l.m.
Proseguendo sul lato sinistro del Lago si può raggiungere il Bivacco Valerio Festa al Passo Galinera a 2320 m.s.l.m., il segnavia varia da n.21 a n.1
Abbandonato il Lago, fiancheggiando il torrente Aviolo dopo un breve tratto pianeggiante sul fondo valle dove incontriamo anche la Malga Aviolo, inizieremo a salire rapidamente zigzagando sul lato destro della vallata sino a raggiungere il Passo Galinera segnato da una targa commemorativa che ricorda un tragico incidente del 1949 che fa ricordare la prudenza ed il rispetto che si deve avere in montagna.
Sulla nostra sinistra vi è posizionato il “giallo” Bivacco Festa a 2320 m.s.l.m., il bivacco è posizionato sopra un cucuzzolo con strapiombi in ogni direzione quindi fate molta attenzione.
Questa è un escursione tipica da fare tra Giugno e Ottobre, oggi (7 Novembre) visto l’autunno tardivo non abbiamo trovato molta neve ma le temperature notturne già generano del ghiaccio sul sentiero che ci ha reso difficile la discesa.
L’escursione in salita è stata di 2h e 30 minuti.

Distanza totale: 9293 m
Altitudine massima: 2346 m
Altitudine minima: 1480 m
Totale salita: 1116 m
Totale discesa: -1137 m
Total time: 05:42:26
Scarica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.